Intervista a Riccardo Armatori

pubblicato in: Interviste | 1

Qui di seguito potete leggere l’Intervista a Riccardo Armatori, nato 58 anni fa in provincia di Milano. Imprenditore, attore, pittore e scultore.

Per cominciare parlaci di te come Scrittore. Come e quando nasce in te l’esigenza di scrivere e cosa rappresenta per te la Scrittura?

Ho ben poco da raccontare, mi rammarico perché non ho esperienze come scrittore, è il mio primo libro che pubblico, però quando scrivo provo un sentimento sublime che mi pervade tutto il corpo. La scrittura per me rappresenta uno sfogo per raccontare i miei ricordi in maniera indelebile e una fonte inesauribile di descrizioni. L’esigenza nasce nel voler raccontare la mia intensa vita stracolma di esperienze, per aver stravissuto alla grande i miei 58 anni.

Ora passiamo al Libro che hai pubblicato con & MyBook; parlaci di quest’Opera dettagliatamente e, se vuoi, regalaci qualche aneddoto interessante che riguarda la sua stesura e la sua pubblicazione.

Il racconto della mia vita inizia dall’età di 3 anni fino a dieci mesi prima della stesura del mio libro. La mia infanzia spensierata con genitori stupendi, l’età della scuola, gli amici, il collegio, il rapporto con le donne, che ho sempre adorato, le mie macchine, le moto e vari aneddoti di vita. Essere riuscito ad esprimere la mia arte attraverso la pittura e la scultura, la residenza a Tenerife. La mia perversione, l’insaziabile voglia di sesso, il rapporto con il mio pene, il conoscere donne vogliose di sesso, farlo nei posti più disparati e impensabili per i comuni mortali. Le donne che ho avuto, la morte dei miei genitori. I fotoromanzi, la pubblicità, il cinema, la partecipazione a film famosi con attori noti. I fotoromanzi porno e la bella vita che conduco mi hanno portato ad essere soprannominato Belindoro. La descrizione della mia prigione, rinchiuso per circonvenzione di incapace. Vivere in un box senza luce, acqua e bagno per 16 mesi. Il TIA che mi ha donato la pace dei sensi. Scrivere è una cosa stupenda, penso che intraprenderò la via dello scrittore, mi soddisfa esprimermi senza ritegno, questo sarà il mio mondo. Ho avuto il coraggio di raccontare la mia vita intima che nessuno sapeva, senza rammarico e orgoglioso di rendervi partecipi. Ho inserito 3 racconti inediti scritti molti anni prima. Finalmente dopo vari tentativi la Caravaggio Editore ossia la & My Book ha creduto nel mio libro, dandomi la possibilità di pubblicarlo. Sono veramente contento di averlo fatto, è come un figlio, devo accudirlo sempre finché è sconosciuto, ma crescerà e allora, Mah ?!, camminerà da solo. Il libro l’ho scritto in 6 mesi descrivendo la mia intensa vita. L’editing l’ho fatto io con la mia compagna Coralee, anche l’assemblamento e la copertina, insomma hanno dovuto solo stamparlo senza metterci mano, quello che io desideravo.

Finora il tuo Libro, a sentire coloro che lo hanno già letto e che ti hanno regalato le proprie impressioni, ti ha dato delle soddisfazioni? Oppure i vari commenti ti stanno spingendo a migliorarlo ulteriormente?

Il mio libro sta riscuotendo molti consensi, sono lusingato, non sto nelle pelle. Mi fermano congratulandosi e chiedendomi la dedica, che puntualmente faccio. Le impressioni sono di contentezza nel leggere un libro così diverso, chi mi conosce dice che traspare la mia sincerità, che mi contraddistingue da sempre.

Per concludere: considerato che hai pubblicato con un Book on demand, puoi darci le tue impressioni in proposito? Quali sono, in pratica, gli aspetti positivi e, al contrario, gli aspetti che cambieresti per rendere migliore il servizio? Parlacene facendo, se puoi, un confronto con i classici editori “a contributo” (se hai avuto qualche esperienza con essi ovviamente, e senza fare nomi).

Posso solo congratularmi con & MyBook per il lavoro svolto benissimo ed in breve tempo, avendomi dato la possibilità di pubblicarlo a fine luglio, giusto in tempo per la stagione restante e soddisfare così i miei fan e la gente comune.

E con questo abbiamo terminato la nostra Intervista a Riccardo Armatori, che ringraziamo. Vi ricordiamo che, se volete acquistare il suo Libro, potete cliccare qui.

Una Risposta

  1. paolo
    |

    Complimenti vivissimi per il pacco che hai davanti nella foto , sei il rocco siffredi della baia del sole , il tuo film “liquore di passera ” rimarrà nella storia dei film hard .

Lascia una risposta