Descrizione

Come direbbe Pirandello “gli esami non finiscono mai”: convincersi che i traguardi raggiunti nella vita possano durare a lungo, è profondamente sbagliato.

Lo dimostra la storia del professore universitario protagonista di questo romanzo. Ricco e felice, ritiratosi da una stressante attività professionale per dedicarsi al piacere dell’insegnamento, conduce un’esistenza spensierata.
L’estrema fiducia nel prossimo, però, lo porta a fare delle scelte che la moglie definisce discutibili.
Una serie di eventi creerà le basi per un drammatico cambiamento della sua vita. Lo sdegno per il comportamento immorale di uomini potenti, senza dignità e scrupoli, lo convincerà a prendere decisioni radicali.
Oltre vent’anni dopo, in un mondo completamente cambiato, il professore riprenderà in mano la sua vita e condurrà delle approfondite indagini sulla sequenza degli eventi che l’hanno distrutto.
In un contesto futuribile, che si dipingerà di toni avventurosi, il protagonista si convincerà che solamente un sistema di selezione consapevole può porre in discussione la legittimità del predominio del più forte sul più debole.
Come nel processo dell’evoluzione animale, il trionfo della giustizia dovrà essere la legge che governerà i fenomeni umani.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il sonno profondo della giustizia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *