Descrizione

Storia di una piccola terra e di un grande popolo

La storia di una piccola terra, un fazzoletto gettato nel turbolento Caucaso, e di un grande popolo che lotta per il diritto all’autodeterminazione. Intorno alle vicende del Nagorno Karabakh ruotano interessi internazionali e si intrecciano fitte trame diplomatiche. Il precedente Kosovo e le rotte del petrolio, la disgregazione dell’Unione Sovietica ed antichi odi. Ma soprattutto la cronaca di cinque anni di sanguinosa guerra combattuta lontano dalle prime pagine dei giornali. Mentre Armenia ed Azerbaigian cercano a fatica la strada della pace, tra proclami e venti di guerra che fanno temere un improvvisa recrudescenza del conflitto, il primo testo in italiano sulla piccola repubblica caucasica dell’Artsakh.

Emanuele Aliprandi è autore di “1915, cronaca di un genocidio. Il massacro degli armeni raccontato dai giornali italiani dell’epoca” (&MyBook – Caravaggio, 2009). È il responsabile di Akhtamar on line, quindicinale edito dal sito comunitaarmena.it, e tra i curatori del “Premio giornalistico Hrant Dink”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le ragioni del Karabakh”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *