Descrizione

La più grande Filosofia di tutti i tempi non fu quella dei Greci, né quella di Cartesio o quella di qualche altro personaggio di onore indiscusso, ma fu il pensiero esteso nell’Elogio alla Follia di Erasmo da Rotterdam. Questi, col suo trattato d’immenso valore, e mai davvero inteso, spalanca la strada alla vera Sapienza, che ora questo libro si appresta a proseguire con l’intento di illuminare le vere cause e i veri fini di tutto l’universo, e delle nostre vite, in chiave moderna.
Senza badare a vittime illustri, e a formalismi di facciata, il sistema totalizzante della nuova filosofia entra nel merito della Verità pur a costo di entrare in lotta e contraddizione con sé stessa. Il paradosso stridente in cui affonda l’essere umano, sempre in bilico tra il bene e il male, si mostra ora in tutte le sue facce, anche funeste, del sapere e dell’agire.
Il Folle ed il Sapiente si avvicendano per il ruolo fondamentale di padroni del mondo, e guerreggiano eternamente come l’uomo e l’Immutabile, il servo ed il padrone. Il duello infinito tra l’istinto e la ragione prenderà una via inusuale e fuor di logica, giungendo a scambiarsi per poi coincidere, nell’unità assoluta che inconcepibilmente riconcilia il bene col male, il caso col destino, la varietà e la stasi, il Relativo e l’Assoluto, l’Intelligenza e la Follia.

La Follia è la chiave per leggere tutta la Realtà. E la Follia, essendo folle, ci riserva grandi sorprese.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’Intelligenza e la Follia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *