Interrogarsi su Dio: Enrico Gariboldi nel suo libro “Dio… Riflessioni su un tema eterno” ci accompagna nella ricerca di risposte su temi profondi ed esistenziali

pubblicato in: I nostri Libri, Interviste 0

[…] un conto è misurarsi con il problema dell’esistenza di Dio, che non si vede e che possiamo accettare per istinto, per fede, e perfino anche, qualche rarissima volta, per logica o deduzione, un altro è conoscere quello che l’uomo ha pensato, scritto, elaborato, scoperto, o creduto di scoprire nel corso del suo esistere.

“Dio… riflessioni su un tema eterno” di Enrico Gariboldi ci aiuta ad affrontare –  attraverso riflessioni personali dell’autore e approfondimenti tratti da diversi studiosi che si sono occupati dell’argomento – i quesiti che l’umanità si pone dalla sua esistenza. Un libro che non dà risposte ma che ci aiuta a riflettere sulle domande esistenziali della vita e a scavare nel profondo di ognuno di noi.

 

Enrico Gariboldi è laureato in Scienze Politiche. Si occupa di Arte da oltre 40 anni. Le sue passioni sono la politica, i viaggi in Africa e in India, la musica classica, la grande letteratura, lo studio delle diverse religioni. Da sempre è attratto dalla filosofia e dalle grandi domande della vita. Nel 2021 ha pubblicato “Una storia italiana” rielaborazione di “Nato a dieci anni”.

 

1) Qual è il suo rapporto con la scrittura? Com’è nata questa sua passione?

Ho sempre scritto: presentazioni di artisti per loro esposizioni, articoli politici su giornali di settore. Perché amo l’arte e la politica.

2) Quando e com’è nata l’idea di questo libro?

L’idea è nata dopo una lunga gestazione di pensieri e domande. È un problema che ho da sempre e che cerco di risolvere interrogandomi. I miei dubbi e le mie domande le ho scritte in questo libro.

3) Nel libro si pone diversi interrogativi sull’esistenza di Dio, sul bisogno delle persone di credere in Dio… è riuscito a rispondere alle domande che si era posto?

No. Nessuno ci è riuscito. Per riuscire a rispondere alle domande eterne si deve essere almeno presuntuosi. Io vivo sempre dubitando.

4) Ci vuole parlare del modo in cui ha svolto le sue ricerche e se ci sono degli autori che l’hanno influenzata in particolar modo?

Ho sempre letto molto sull’argomento. Fra i diversi autori che mi hanno attratto ricorderei Kant e Spinoza.

5) Quale messaggio vuole comunicare ai lettori con questo suo libro?

Non ho messaggi perché non ci possono essere. Ho solo cercato di dare a chi legge spunti di riflessione.

 

Per saperne di più:

Dio… Riflessioni su un tema eterno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.