Coinvolgere il lettore giusto: le buyer personas

Per coinvolgere il lettore che è realmente interessato al vostro libro può essere utile creare le buyer personas.
Conoscere chi è il potenziale lettore, quali sono le sue caratteristiche, le abitudini e i suoi interessi permette di capire dove andare a trovarlo, quali contenuti lo possono interessare e come rivolgersi a lui. Conoscenze fondamentali per creare un piano marketing veramente efficace per aumentare le vendite del vostro libro.
Cosa sono e come si creano le buyer personas?

Cosa sono le buyer personas

Le buyer personas sono dei clienti immaginari, delle tipologie di persone inventate, ma verosimili, che rappresentano i vostri clienti/lettori ideali.
Per ogni buyer persona che andrete a creare avrete un nome, un cognome, un volto, ne conoscerete le caratteristiche demografiche, psicografiche e comportamentali, i desideri e le abitudini. In un certo senso dovrete costruire dei veri e propri “personaggi” con i quali cercare di entrare in empatia per ottimizzare le azioni di marketing che andrete a sviluppare.

 

Come creare le buyer personas

Per creare le buyer personas occorre quindi capire quali sono le caratteristiche del potenziale lettore che potrebbe essere interessato al vostro libro.
Ci sono diversi metodi per reperire le informazioni utili per creare la buyer personas:

  • se si hanno già dei lettori, scegliendone alcuni, si possono estrapolare quali caratteristiche hanno in comune. Per esempio quanti sono gli uomini e le donne, la loro età ecc.
  • se non si hanno ancora dei clienti si possono effettuare dei questionari o delle interviste sia online sia telefoniche
  • oppure si possono estrapolare i dati usando Google Analytics e i social media insights

Quali sono i dati utili per creare le buyer personas

Sono diverse le caratteristiche che possono essere utili per creare gli identikit dei vostri clienti ideali:

  • caratteristiche demografiche, come il genere, l’età, la località di provenienza, lo stato civile, la formazione, l’occupazione, il reddito ecc.
  • caratteristiche psicografiche come i tratti della personalità, gli atteggiamenti, le paure, le ansie e le frustrazioni ecc.
  • il sistema dei valori, quindi quali sono i loro principi etici, i pregiudizi, le loro opinioni, le abitudini, gli stili di vita ecc.
  • quali sono le abitudini online e dove sono soliti reperire le informazioni

A cosa servono

Dare un volto e un’identità precisa ai nostri lettori/clienti ci aiuterà a empatizzare con loro, scegliere lo stile più adatto per comunicare e capire quali contenuti possano interessarli maggiormente. Così come saranno indispensabili per sapere quali sono i “luoghi” virtuali e/o offline dove è possibile “incontrarli”.
In pratica, occorre creare delle persone ideali per pensare sempre a loro per ogni strategia di marketing da mettere in atto, sia per sceglierla sia per come impostarla.

Conclusione

Realizzare precisi profili dei propri clienti, i modelli delle buyer personas, è una pratica che aiuta a scegliere le azioni e le strategie delle campagne marketing in modo personalizzato. La personalizzazione permette di riuscire a conquistare con maggiore efficacia i potenziali clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.