uomo vestito elegante che clicca su barra di ricerca

Cosa sono le query di ricerca

Le query sono le parole che gli utenti digitano nella barra del motore di ricerca per trovare le risposte più adatte alle proprie ricerche. Conoscere quali sono le domande che digitano gli utenti è fondamentale per riuscire a creare contenuti che rispondano in modo adeguato e quindi riuscire a intercettarli. Per questo anche uno scrittore che vuole migliorare le sue strategie di marketing deve saperle analizzare per trovare le parole chiave giuste che intercettino i possibili lettori.

Pc portatile con schermo acceso su pagina iniziale di Google

Fasi del processo che portano un utente a digitare una specifica query

Per capire quali sono parole chiave che possono intercettare le ricerche del nostro target è necessario conoscere quali sono le fasi del processo che portano un utente a digitare una specifica query.
Questo processo si divide in tre fasi:

  • L’utente individua in modo chiaro qual è il suo bisogno. Capisce di avere una determinata esigenza come, per esempio, voler sapere il prezzo di un prodotto o voler conoscere informazioni su un particolare argomento.
  • L’ utente elabora una serie di parole che servono per ricevere dal motore di ricerca i risultati di cui ha bisogno.
  • L’utente digita la query e ottiene delle risposte. Se le risposte lo soddisfano la sua ricerca è conclusa. Se non lo soddisfano può modificare e raffinare la stringa di parole per migliorare il risultato.

Tipologie di query di ricerca

Esistono tre macro categorie di query che rispondono a diversi obiettivi e bisogni nelle ricerche:

  • Query informazionali. Sono le query che rispondono al bisogno di informazioni in relazione a un determinato argomento. Nel web esiste una quantità immensa di informazioni su svariati argomenti e le query di ricerca di informazioni rappresentano circa l’80% delle ricerche. Per questo occorre cercare di sfruttare queste query creando contenuti che rispondano al meglio alle risposte poste dagli utenti, anche se non sono ricerche finalizzate all’acquisto. Possono essere utili per fidelizzare il possibile cliente, per acquisire indirizzi mail o per potenziali conversioni in acquisti.
  • Query commerciali/transazionali. Queste query vengono digitate per compiere una determinata azione, come per esempio fare un acquisto, richiedere un preventivo, iscriversi a una newsletter ecc. Per rintracciare queste query è fondamentale comprendere quali siano i desideri degli utenti e scrivere così contenuti convincenti ai fini della vendita.
  • Query navigazionali. Sono le query che l’utente digita per trovare uno specifico sito. L’utente sa già in quale sito vuole andare ma non conosce l’URL esatto. Non è producente e fattibile sfruttare queste query a meno che non si sia un brand molto conosciuto che generi traffico.

Conclusione

Conoscere le query più utilizzate dagli utenti, conoscere come pensano le buyer personas e come costruiscono le query di ricerca è fondamentale anche per quello scrittore che per aumentare le vendite del proprio libro si impegna a sviluppare un piano marketing efficiente ed efficace. Grazie all’analisi delle query e ai risultati delle SERP si possono creare contenuti rintracciabili nelle ricerche dei possibili clienti lettori. Ovviamente è necessario creare contenuti che oltre a rispondere ai bisogni dei fruitori devono essere ricchi di informazioni, approfonditi, originali e di valore.

 

FONTE:

Alvise Canal, Keyword Research avanzata, Dario Flaccovio Editore, 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.